Archive for the ‘Umorismo’ Category

A Silvio (nostalgia canaglia)

28 novembre 2013

A Silvio (nostalgia canaglia)

 

Autore: Citanova Düsseldorf

Autore: Citanova Düsseldorf

Silvio, rimembri ancora
quel tempo di tua vita senatoriale,
quando Nicole splendea
negli occhi tuoi marpioni e allusivi,
e tu, vispo e radioso, il limitare
di palazzo Chigi salivi?

Sonavan le quiete
stanze, e le vie dintorno,
al tuo priapeo canto,
allor con compagnie femminili intento
sognavi, assai contento
di quel vago avvenir che in mente avevi.
Era il maggio odoroso: e tu solevi
così menar le notti.

Io, gli adusi inganni
talor lasciando e le monete carte,
ove il tempo mio primo
e di me si spendea la miglior parte,
d’in su i veroni della moderna stella
porgea gli orecchi al suon della tua voce,
ed a quelle pulzelle
che teco ridevan delle spiritose fole.

Sognava il ciel sereno,
le vie dorate e le corti,
e quinci il mar da lungi, e quindi il Colle. (more…)

Annunci

La rivoluzione nel PDL: da Burleskoni al Sig. Scotti (il mio riso!), scettico il Gabibbo

5 giugno 2012

Il PDL è in grado di arginare il fenomeno Grillo. Trapelano le prime indiscrezioni: il futuro leader sarà un uomo di peso, conosciuto, dalla battuta pronta, che piace alle famiglie e che sa dare speranze al paese. No, Gasparri, non si parla di te! Nemmeno di te La Russa! Il Piano A prevede la discesa in campo del Gabibbo e del suo entourage: un colpo mortale per Grillo e il M5S dal quale il comico ligure non riuscirebbe a riprendersi. Ma il Gabibbo non vuole sentirne parlare di cambiare look (la divisa azzurra, sostengono i maligni, lo appesantirebbe) e Burleskoni su questo non transige: il colore rosso deve essere bandito, se possibile anche dalla bandiera italiana. Di fronte al no del Gabibbo è pronto a scattare il Piano B: Jerry Scotti! C’è da risolvere prima il contratto che lega l’ex craxiano alla nota ditta produttrice di riso, ma per questo ci pensa il Miliardario ridens, già pronta l’offerta: Ibrahimovic e la comproprietà Pato (Barbara permettendo). Anche il gruppo dirigente del partito sembra sia già stato scelto. Segretario: (No, Gasparri, non sei tu) Jerry Calà, portavoce unico (No, Gasparri, non sei tu) Enrico Papi, direttivo: Iva Zanicchi, Ombretta Colli, Ezio Greggio, Maria De Filippi, il mago Casanova e (No, Gasparri, tu non ci sei) Luca Laurenti.
C’è anche un Piano C che prevede la discesa in campo di Platinette e Signorini. Ma la Curia sembrerebbe non gradire.

Fumare in gravidanza fa male al bambino: analisi di un avvertimento

18 aprile 2012

Che il fumo faccia male è ormai appurato da parecchi anni e da parecchi anni compaiono sui pacchetti avvertimenti dal tono deciso e intimidatorio, ma anche qualche avvertimento che può prestarsi a seri equivoci. Prendiamo ad esempio questo: Fumare in gravidanza fa male al bambino. 1) direi che al bambino fa sempre male fumare; 2) non credo che ad un bambino, o meglio ad una bambina, faccia bene una gravidanza; 3) vedere una bambina incinta e con la sigaretta in bocca dovrebbe far drizzare i capelli in testa a tutti, fumatori e non; 4) fumo e gravidanza dovrebbero essere fortemente proibiti ai bambini; 5) senza contare poi che farebbe male al feto.

Portace da beve…

9 marzo 2012

User Lamré

Nostalgia romana. Due romani, uno calvo e l’altro canuto, lontani dal’Urbe da anni rievocano le bellezze della Città eterna davanti a un frascati bianco.



Calvo: me mancheno l’ottobrate…
Canuto: e del ponentino, che me dici?
Calvo: e ‘r campanone?
Canuto: dio mio se che era er cannellino!
Calvo: co’ le fave e er pecorino… romano
Canuto: fori porta er primo maggio
Calvo: e la pajata?
Canuto: nun me ce fa’ ppensà!
Calvo: e la coda a la vaccinara?
Canuto: e li carciofi a la giudìa?
Calvo: e le rosette?
Canuto: Come se fa’ a sta’ llontani da Roma?
Calvo: anche li serci parleno a Roma
Canuto: quer ponentino…
Calvo: quell’ottobrate…
…………
…………

Il dialogo si è ripetuto come un mantra per una mezz’ora, poi i due si sono levati barcollanti borbottando all’unisono un “portace da beve…

Lavoratori di tutto il mondo, ridete

2 febbraio 2012

Dalla quarta di copertina

Da Marx a Lenin a Stalin fino ai giorni nostri:
la comicità, il comunismo e la storiella ebraica.

Rivoluzione, comunismo, utopia, tragedia, ma anche risate e satira. Dopo l’umorismo ebraico, Moni Ovadia racconta la grande epopea comunista attingendo al tesoro della diceria popolare, della canzonatura, dell’aneddoto, della storiella autodelatoria. La gigantesca macchina della retorica di regime mostra qui il suo volto irrimediabilmente patetico di fronte alla scheletrica guizzante intelligenza del motto di spirito. (more…)

La riforma delle superiori slitta di un anno

2 febbraio 2012

La riforma delle superiori slitta di un anno

Esultanza tra gli insegnanti