Chippati come cani da riporto

epicenter-microchip-rfid-1

Nulla ormai sembra stupirci più. L’idiozia fatta sistema sta dilagando in ogni intersitzio della vita. La realtà è stata surclassata dalla patinatura del virtuale, la socialità dal solipsismo dei social, la carne dalla levigatura delle immagini photoshoppate, la bellezza è seriale ed è bruttezza assoluta, la lingua è diventata un becero balbettio di inglese maccheronico e di italiano asintattico, i like hanno sostituito i pensieri, la comunicazione è stata azzerata, i diritti sociali vengono aboliti nell’indifferenza generale, le industrie delocalizzano in nome della competizione (in realtà per moltiplicare il profitto e cercare lavoratori asserviti, privati di ogni diritto e di ogni coscienza, attanagliati dal bisogno impellente di consumare e consumarsi), un lumpenproletariat d’importazione o di deportazione alimenta un’economia dell’accoglienza che risveglia ignobili appettiti in ignobili soggetti, le classi meno abbienti sono scivolate nella nera miseria e i ceti medi vengono risucchiati nel proletariato economico, i risparmi vengono erosi per poter sopravvivere, le politiche di austerità hanno suicidato centinaia di migliaia di realtà economiche, l’ottimismo becero ha prodotto disastri paragonabili a quelli di una guerra, i politicanti si barcamenano tra il nulla e l’assurdo, tra retorica e imbecillità, senza nessuna prospettiva se non quella di mantenere qualche privilegio che ne garantisca la sussistenza e la continuazione nel ruolo.canemicrochip
Stiamo assistendo ad una vera e propria mattanza dei diritti sociali in nome di una globalizzazione che distrugge ogni parvenza di umanità, allo svilimento di ogni valore umano in nome di un Moloch che dobbiamo sfamare con le nostre carni, con le nostre coscienze. La legalità, come è stata finora intesa, è continuamente violata, le aziende sovranazionali sbeggeggiano e ricattano gli stati, quando non sono i politicanti stessi a prostutuirsi, a barattare il paese per un piatto dal sapore escrementizio.
Stiamo annientando generazioni con la filastrocca della flessibilità, dell’adattarsi a tutto, del sopravvivere senza diritti, senza dignità. Abbiamo rimosso dalle coscienze l’idea stessa di futuro per la seguire la logica dell’eterno presente, della giovinezza che tramonta con la miseria della vecchiaia. Alleviamo giovani senza spina dorsale, incapaci di staccare il cordone ombelicale, di rivendicare il diritto a vivere dignitosamente, di protestare per il degrado delle loro vite, per l’annientamento del loro futuro. In uno smartphone si annulla il loro essere, si sgretola la complessità meravigliosa dell’essere giovani donne e giovani uomini per ridurli a coacervi di monosillabi e di ditate che aprono finestre che li inghiottono.
Ormai nulla sembra arrestare il Moloch che vuole allevare le vittime di cui dovrà nutrirsi. Prima in Svezia, ora negli Stati Uniti, hanno avuto la brillante idea di innestare un microchip ai propri dipendenti (naturalmente su scala volontaria ed “esclusivamente” per sostituire il badge, pagare bibite e snack ai distributori automatici presenti in azienda, accedere al computer senza dover digitare noiose password e altre noiose amenità). Nessuna violazione della privacy, ci mancherebbe, come si può solo sospettare che possano essere usati per altri scopi? Stiamo parlando di alleggerire i lavoratori di noiose occupazioni.
Prima ti tenevano legato trent’anni alla catena di montaggio, come un cane. Ora ti microchippano come un cane. Cambiano i modi di produzione ma, se sei un dipendente, sempre come un cane ti trattano e quando diventi vecchio e inutile perché non abbatterti come un cane, magari con una funzione ulteriore del chip?
Ma questo è l’Inferno che dovremo vivere? Quella che si sta affermando è la peggiore dittatura che l’umanità abbia mai conosciuto: dolce, suadente, sorridente, annientante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: