Paola Bordoni, Poesie

Paola Bordoni, Poesie

Arrivo

Il mio mare è sempre lo stesso.
E’ quella striscia d’azzurro che si vede
scintillante
laggiù.
Tra oleandri e pini.
Come un quadro
appeso lì da chissà quanto tempo.

La mia casa al mare è sempre la stessa.
E’ quella terrazza nera che si affaccia
austera
lassù.
Tra palme e gerani.
Come un quadro
appeso lì da chissà quanto tempo.

Niente cambia.
Tranne gli occhi
nuovi
sulle cose.

Ottobre 2005

Un quaderno tra i sassi.
A quadretti.
Gli fa compagnia un calzino.
Uno solo.
L’altro
chissà dov’è.

Otto ponti sul fiume Eufrate.
Crollati
sotto colpi di precisione.
Parola di generale.

Forse è il fumo
che sale dalla terra
martoriata
a offuscare lo sguardo
di Chi non c’è.

(terremoto in Afghanistan e guerra in Iraq)

Stanchezza

Il silenzio
ritrovato
mi trasporta lento fino a casa
nel serpente piumato
di luci e fumo
di questa sera fredda
di pioggia
di vento.

Nel rosso
appannato
di un semaforo lontano
una porta si chiude
scarpe buttate
vestiti per terra
stracci stanchi
resti vuoti.

Domani
è Natale.

Distonia

Un sole freddo.
Non il sole d’inverno. Quello scalda.
Chiarità assoluta nell’aria.
Addirittura qualche fiocco di neve. Con il sole.
Mi accorgo che è marzo solo
dalle fessure di luce bianca della mia finestra,
al mattino presto.
Ma è una luce tutta uguale,
avvolge senza amore un mondo
che si muove al rallentatore.
Fuori tempo.

Nel caos indifferenziato delle stagioni,
primavera è solo nel mio cuore.

Orali

Soffitti bassi
stanze gremite a caso
pareti nude
aria torbida afosa viziata
fogli sparsi carta straccia
plichi documenti certificazioni
registri verbali programmi
fascicoli sudore firme inutili
mai nessuno leggerà

la vita è altrove
come il cielo là fuori

Oggi…

mi hai preso per mano
per non farmi cadere tu dici
sui sassi.

E lo stupore
per me era
accorgermi
che non da oggi
soltanto
tu lo fai.

Poesia cavalcantiana

Non dormiva
la mente
affastellata
di cose passate
già lontane
di cose future
già vicine
ma
dietro le palpebre
chiuse
e le labbra
increspate
da un dolce sorriso
di Gioconda
l’altra parte di sé
– darle un nome non sapeva –
anima?
spirito?
cuore?
già sognava

E dormiva

Silenzio del comporre

Trovare la parola
è come
trovare se stessi.
Ma non basta.
Ridurre tagliare eliminare
per arrivare al fondo
del pensiero.
Coaguli di senso
nelle storte sillabe
e secche
di chi ci ha preceduti.

Io non credo

Io non credo agli angeli
ma
uno lo voglio adesso
disegnare:
gli metto
una veste gaia
rossa e blu
gli metto
occhi
di stelle
e riccioli
di tenerezza

Io non credo al paradiso
ma
uno lo voglio adesso
disegnare:
ci metto
prati verdi
tanto cielo
azzurro
ci metto
mamma e papà
e altalene
di libertà

Io non credo in Dio
quando un bimbo muore
non vedo
amore

Nello sguardo lucente
del mio angelo innocente
vedo
lo stupore violato
di un’accusa
a tutto
il creato.

(scritta per la morte del piccolo Tommaso)

Ai miei figli

Distacchi

China sui loro letti sfatti
la mattina,
riconosco l’età.

Viluppi inestricabili
nodi
irrisolti di tempeste non placate
ammassi
intricati di tensioni non sciolte
di storie
tutte da vivere.

È l’adolescenza inquieta
(lontana da me, altro da me.)
che mi parla
dalle lenzuola.

Tepore intatto ancora
di un grembo cercato
di un nido scavato
superfici lisce appena increspate
di respiri a tratti sospiri
di sogni sognati
di paure ancora lontane.

E’ l’infanzia trattenuta
(da me? per me?…)
che mi parla
dalle lenzuola.

Paola Bordoni (Terni, 9 aprile 1961) vive e lavora a Perugia, dove ha
conseguito la laurea in filosofia. Insegna Italiano e Storia.
Le sue poesie, unitamente ai suoi vari interventi di carattere politico e
letterario, sono pubblicati nel blog “La voce di Ghismunda”
(www.ghismunda.blog.tiscali.it). Si occupa in particolare della figura e
dell’opera di Sandro Penna, a cui ha dedicato dei saggi (“Penna 6 volte” e
“Ma non saremo che noi stessi ancora”) presenti nel sito “Amici di Sandro Penna” (http://xoomer.alice.it/amicidisandropenna/)

Annunci

Tag: , ,

Una Risposta to “Paola Bordoni, Poesie”

  1. Mirco Says:

    Ciao Paola, sono Mirco, un tuo vecchio studente…mi piacerebbe risentirti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: